Area Riservata

Con l’ordine di servizio del 6.7.18 della Procura della Repubblica di Como, viene dato avvio alla digitalizzazione degli atti nel procedimento penale.

 

Così come è avvenuto nel procedimento civile, anche in questo caso la digitalizzazione avverrà in maniera graduale.

 

Si inizierà con i procedimenti instaurati dopo il 15 luglio prossimo e in particolare con quelli nei quali vengano svolte intercettazioni di comunicazioni e quelli in cui vengano richieste misure cautelari.

 

Successivamente la digitalizzazione verrà estesa gradatamente anche agli altri procedimenti.

 

Per quanto riguarda gli avvocati, la digitalizzazione comporterà il vantaggio di una consultazione telematica degli atti dei rispettivi procedimenti, attraverso sei postazioni che verranno allestite in Tribunale, e di un rilascio delle copie in formato digitale (in alternativa a quello su supporto cartaceo).

 

 

Sono previsti poi ulteriori contatti fra la Procura, il Tribunale e gli Avvocati (Consiglio dell’Ordine e Camera Penale) diretti sia ad individuare le modalità di consultazione dei fascicoli elettronici, sia a prevedere la possibilità di attribuire effetti processuali ai depositi telematici degli atti (depositi che allo stato hanno solo funzione di agevolazione del processo di digitalizzazione e non sostituiscono il deposito cartaceo).